Motori, auguri e progetti: ieri il raduno di auto d’epoca al Kartodromo di Casaluce

335

CASALUCE – Il Kartodromo di Casaluce, ieri mattina, ha aperto le porte a numerosi appassionati campani di auto d’epoca, sia originali che elaborate, per un raduno. Un’occasione, un momento per scambiarsi gli auguri, per parlare dell’anno che sta volgendo al termine e per pensare alle iniziative da mettere in campo nel 2019.

L’evento è stato organizzato dal giuglianese Andrea Cante, appassionato e restauratore di macchine d’epoca, che ha vinto ad Airola – alla sua prima partecipazione – il campionato italiano “Challenge AssoMinicar Pista 2018” per la categoria dei piloti amatori e il campionato amatoriale “LeBicilindriche”.

Ma un riconoscimento importante è andato anche al figlio di Andrea Cante, Francesco, come meccanico e preparatore più giovane della competizione.

Al raduno di ieri mattina ha sfilato – con una 500 L del 1971 – anche Felice Sorrentino, un attivista casalucese della Fondazione Telethon, mettendo bene in vista il logo dell’associazione, che in questi giorni ha svolto la sua ventinovesima maratona per la raccolta di fondi a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare.